Sannazzaro de' Burgondi, navigazione veloce.
menu principale | contenuto principale | menu organizzazione | menu didattica | piŔ di pagina
La Raffineria
Un paese in Lomellina: la storia, le tradizioni, il lavoro, la gente...

menu principale

contenuti principali

Artisti sannazzaresi di ieri e di oggi.

Paolo Maggi

"Adorazione dei Magi"
                - Part. da "Le quattro stagioni" (soffitto in
                P. Cardoli).Nato a Sannazzaro nel 1810 da Francesco e Teresa Ferrari, il pittore sannazzarese fu attivissimo per gran parte delle chiese lomelline, oltre a Sannazzaro, Mede, Torre Beretti e in varie chiese casalesi quali il Santuario di Crea. Paolo Maggi oper˛ a Sannazzaro anche nei maggiori palazzi signorili che ancora oggi caratterizzano con una notevole valenza storico - architettonica il tessuto urbano.
Nell'allegoria delle quattro stagioni, un affresco sul soffitto a volta di una sala di Palazzo Cardoli, riporta originali motivi di vivande, canestri di frutta, selvaggina e pesci di fiume. La ricerca di espressione attraverso un'armonia naturalmente elegante con vivacitÓ cromatica, una certa teatralitÓ contenuta della scena e una naturalezza espressa dai personaggi proposti hanno caratterizzato l'opera del pittore sannazzarese fino alla morte, avvenuta a Fara Novarese l'11 settembre 1890, in un territorio dove il pittore ha lasciato testimonianze rilevanti della sua opera al pari di quelle sannazzaresi.

Michele Debattista

(Riduz. e adatt. dall' Eco di Sannazzaro n.1, gennaio 1996)

"Settembre Sannazzarese 2001": PAOLO MAGGI, riscoperta di un pittore dell'ottocento.


Catalogo della Mostra 2001.Estratti dal catalogo della Mostra-fotoesposizione



28 aprile - 6 maggio 2007: "Paolo Maggi, un artista 'migrante' nella societÓ ottocentesca - Censimento delle Pitture dai siti conosciuti"

Catalogo della Mostra
                  2007.

Estratti dal catalogo della Mostra-fotoesposizione

 

 

 

 

 

 

 


menu secondario


piŔ di pagina